La vita è imprevedibile, fidati del cuore: storia di Clara

La vita è imprevedibile fidati del cuore storia di Clara

La rubrica Donne che fanno la differenza si arricchisce con la storia di Clara, presidente della cooperativa agricola sociale Agriconcura, che insieme all’amica Catia, ha dato vita ad una realtà non profit che si prende cura della terra e delle persone!

Chi l’avrebbe detto che sarebbe andata così? Che avrebbe lasciato il suo posto da ingegnere edile per trovarsi con le mani sporche di terra. Che avrebbe trasformato l’insicurezza in opportunità…

Eppure per Clara la vita è così: straordinaria perché imprevedibile!

Clara è un impasto di determinazione e sensibilità. Cresce prendendosi cura della nonna ammalta e accudendola, giorno dopo giorno, riconosce il valore della fragilità. Non sa cosa farà da grande ma ammira i super eroi dei cartoni perchè di fronte alle difficoltà non girano lo sguardo: volano in aiuto e restano accanto.

Impara così a guardare le cose in profondità. Riconosce le fatiche di una mamma sola che dà il meglio di sé per offrirle un’infanzia serena, ma sente anche il peso dei no dettati per l’impossibilità.

Clara però è una bambina creativa e converte la mancanza di cose in socialità.

Stare in relazione con gli altri la fa sentire bene. Ma non le basta. Ama gli obiettivi sfidanti e dopo il diploma all’istituto d’arte, si iscrive ad Ingegneria. Le piace l’ordine e l’idea di progettare qualcosa di grande per qualcuno. Con il tempo si accorge di essere un ingegnere anomalo: i numeri le dicono tanto ma non sono il tutto. Il tutto, per lei, sono le persone!

Le piace il suo lavoro ma a fine giornata si domanda Che cosa ho fatto oggi? Le sembra di perdere il suo carisma tra mille firme di carte e si riappropria di sé solo all’interno del laboratorio di tessitura della cooperativa La Venenta, dove è volontaria. Così quando le domandano di gestire il laboratorio, Clara si chiede: Scelgo con il cuore o con la mente?

Da un lato ci sono anni di carriera investiti, dall’altro l’incertezza di non sapere niente. Clara guarda le sue bambine e pensa che dovrebbero vederla uscire di casa con il sorriso e rientrare con la stessa felicità. Il cuore alla fine, non mente mai!

Parte da zero, studia e impara tutto. Nel laboratorio segue donne in situazione di vulnerabilità sociale. Ma più passa il tempo più si domanda quante altre persone potrei aiutare?

Da suo padre Clara ha ereditato braccia lunghe per abbracciare l’umanità intera. Davanti alla cooperativa c’è una distesa di campi. E ancora una volta la vita la chiama a ricominciare da principio!

Nel 2019 fonda Agriconcura per dare anima a un luogo che intrecci legami tra persone: bambini, adulti, disabili e anziani… Crea la squadra, ancora una volta torna a studiare e si lancia! Ci sono i campi da coltivare e la vendita ai mercati; ci sono gli spazi per le feste di compleanno e i centri estivi; c’è la fattoria didattica e l’agriturismo a cielo aperto; ci sono le arnie e i laboratori per gli anziani.

Agriconcura è una realtà multifunzionale che ossigena il cuore delle persone: dipendenti e visitatori. Qui ogni persona è speciale e ognuno impara dall’altro. Ma c’è anche tutto da gestire e quando sale la paura Clara si ferma e ascolta. Sente la gioia dei bambini, la leggerezza dei ragazzi disabili, la lenta crescita della natura…  e allora le sale la voglia di fare ancora di più. Un giorno alla volta!

“Diventa ricco per quello che sei!” lei è Clara Berti. Una donna che fa la differenza.

Ti è piaciuta questa storia? Puoi scoprirne altre a partire da Fabrizia!

Fondazione CattolicaVerona
Via Adua, 6 37121 Verona (Italia)
T. +39 045 80 83 211

fondazione.cattolica@cattolicaassicurazioni.it

Governance - Note legali - Statuto - Modello 231 e procedura WhistleblowingPrivacy e Cookie policy

©2022 Fondazione CattolicaVerona - Codice Fiscale 03568950236

Seguici sui Social: